Aida Pro Esport Team, team professionistico detenuto da Aida Marketing, divisione digitale del Gruppo
Corriere del Ticino e il (corso di laurea o Bachelor) in Leisure Management SUPSI annunciano una partnership per lo sviluppo del mondo degli esports nella Svizzera italiana. Uno dei principali scopi della collaborazione, oltre a dare la possibilità ad uno studente - nell’ambito dei field projects – di entrare a diretto contatto con realtà aziendali, è quello di portare ulteriore sviluppo e valore al settore degli esports in Ticino.

Il mondo degli esports professionistici è in forte evoluzione a livello globale e questo trend è in presente anche in Ticino. Un mercato che conta in Svizzera oltre 2 milioni di giocatori. Aida Pro Esports, lanciata lo scorso mese di settembre, sta stringendo accordi strategici con attori nazionali e enti istituzionali cantonali con lo scopo di aiutare giovani ticinesi a crescere in queste nuove discipline sportive.

Da qui la partenrship con Sparco, già sponsor del team, con lo scopo di supportare e implementare tecnologie derivanti dall’eccellenza del motorsport a livello internazionale. Sparco ha sviluppato importanti asset a livello tecnologico nel settore degli esports i quali grazie a questa collaborazione potranno essere utilizzati anche in Ticino.

Alessandro Colombi – CEO gruppo Corriere del Ticino: “La nostra visione di gruppo è quella di innovare e portare valore al nostro territorio e accompagnarlo in un percorso di digitalizzazione che spazia in tutti gli ambiti. Il progetto esport per noi rappresenta un altro tassello nell’implementazione della nostra strategia “digital first, smart print”, la quale sta portando ottimi risultati. Siamo sempre favorevoli alle collaborazioni con le realtà universitarie del nostro Cantone; la possibilità di lavorare a stretto contatto con giovani in formazione ci permette di integrare nelle nostre attività punti di vista differenti e innovativi.”

Alessandro Siviero – responsabile del Bachelor of Science SUPSI in Leisure Management: “Condividendo con il gruppo il voler innovare e portare valore al territorio, siamo orgogliosi di poter sostenere lo sviluppo di questa dimensione sportiva anche con la nostra formazione. Gli Esports apriranno molte possibilità imprenditoriali e manageriali e vogliamo che i nostri studenti siano pronti a crescere anche in questo mondo portando con sé le competenze economiche e sviluppando professionalità, visione e leadership”.

Nelle prossime settimane verranno definite le sfide e l’ambito di applicazione del field project che verrà affidato ad uno studente o una studentessa. A partire dal mese di febbraio 2021 verranno avviate le attività e i risultati mostrati entro il mese di giugno 2021.