La stagione 2022 di AIDA Pro-Esports entra nel vivo e continuano ad arrivare podi e vittorie importanti. Otto piloti sono impegnati in cinque serie ed hanno raccolto una pole position, due vittorie, ed un bottino di dieci podi totali.

Ha preso il via la stagione dei campionati Esport di ACI Sport, organizzatore italiano anche delle serie tricolori in pista, a cui AIDA PRO E-Sports ha preso parte con tre dei suoi alfieri. Tre corse sono già andate in archivio, ed il livello della competizione è elevato, con un 11° posto arrivato come miglior risultato per Emanuele Cardinale in gara a Suzuka, quando era alla guida della sua Lamborghini Huracan GT3 EVO, con condizioni di pista variabile dovute alla pioggia. Al volante di una McLaren 720S, Ben Baumann è invece 30° nella classifica di campionato, che ha visto archiviati gli appuntamenti di Monza, Suzuka e Misano. Oltre alle due teste di serie nel Campionato Italiano GT3 Sprint, c’è anche Carlo Barberi nella Coppa Italia GT3 Sprint, che ha accolto i piloti che non hanno superato le pre-qualifiche della stagione. Il miglior risultato di Carlo, al volante di una McLaren 720S, è stato il terzo posto di Misano in gara, replicato in qualifica a Misano.

Il trio di sim-driver impegnati nella serie di ACI Sport è anche in pista nel campionato RCI, che ha archiviato il secondo appuntamento della stagione disputatasi a Silverstone. Una 12 Ore che, sorprendentemente si è disputata con pista asciutta, ha visto la McLaren 720S di Barberi-Baumann-Cardinale concludere in 17° posizione dopo essersi qualificati in 12° fila.

Si è conclusa invece la Serie ONID, a cui prendevano parte le nuove leve di AIDA Pro-Esports. Yotam e Yuval Sharon si sono divisi le vittorie rispettivamente nel gran finale endurance di Silverstone, dominando dalla pole position, e nel secondo appuntamento di Budapest. Loris De Tata invece non ha preso parte all’ultima prova, conquistando però all'Hungaroring un sesto e settimo posto nelle due corse disputate.

Si è conclusa anche la serie ERS, a cui i cognati Burim Myrtaj e Bruno Zanchi hanno preso parte con una BMW M4 GT3. Tre le tappe a Zandvoort, Spa e Silversonte, dove Bruno ha conquistato due terzi ed un secondo posto, assicurandosi la seconda posizione in campionato con 285 punti, a 20 lunghezze dal leader. Burim ha invece portato a casa due ottavi ed un settimo posto, chiudendo il campionato in ottava piazza con 146 punti.